Indie Pride – Indipendenti contro l’Omofobia è l’associazione italiana attraverso la quale artisti e addetti ai lavori del mercato discografico si uniscono per dire basta all’omofobia e al bullismo, in supporto ai diritti LGBT, attraverso eventi musicali sul territorio. L’obiettivo ultimo di Indie Pride è condividere un messaggio di lotta per l’uguaglianza nelle molteplici diversità individuali, proponendosi come “ring-palcoscenico” su cui battersi per i diritti civili e contro qualsiasi forma di discriminazione.

 

Nel 2012 e nel 2013 Indie pride debutta al Locomotiv Club di Bologna e con la media partnerhisp di Repubblica XL. Nel 2014 si espande attraverso la collaborazione con Le Cose Cambiano e Gender Bender International Festival, di cui è anteprima ufficiale. La campagna di sensibilizzazione video (“Io dico No all’Omofobia!”) coinvolge artisti, diverse etichette discografiche e festival italiani e internazionali. L’evento live principale si svolge al TPO il 18 ottobre 2014.

Nel 2015 due nuove partnership: Robot Festival e UniLGBTQ. Lo stesso anno Indie Pride prende parte al Comitato per il Bologna Pride e apre il calendario degli eventi del Pride con la rassegna di videoclip  “Musica per Immagini e Diritti” al Cassero. La nuova campagna di sensibilizzazione 2015 usa l’hashtag #affacciati per invitare le persone a “mettere la propria faccia” contro l’omotransfobia in fotografie diffuse viralmente attraverso i social. L’evento live, che vede oltre 700 partecipanti, si svolge ancora al TPO il 24 Ottobre 2015 con: Ofeliadorme, To You Mom, Sofia Brunetta, Mc Nill, Dino Fumaretto, Godblesscomputers, Populous, Marco Unzip.

 

Nel 2016 Indie Pride si costituisce finalmente come associazione e rilancia il messaggio che una legge contro l’omofobia è sempre più necessaria in Italia.

 

Si confermano le collaborazioni con Comitato Pride, Gender Bender, TPO, Radio Fujiko, Radio Città Del Capo, Radio Kairos, Keep On. È nuovissima invece la partnership con RockIt, grazie al cui contributo verrà realizzata la nuova campagna di sensibilizzazione 2016, attraverso l’hashtag virale #citAZIONI: una lotta musicale a suon di selfie, dove ai partecipanti si propone di scattarsi una foto con la frase di una canzone a scelta che trasmetta concetti di uguaglianza, inclusività, apertura, rispetto e autodeterminazione.

 

Anche quest’anno verranno organizzati vari eventi di autofinanziamento sul territorio e in collaborazione con realtà che già in passato hanno appoggiato la causa IndiePride. Sul fronte live, Indie Pride quest’anno si sdoppia, dando vita ad un evento estivo gratuito in occasione del Biografilm Festival, nella suggestiva cornice del Parco del Cavaticcio, che anticiperà il live del 22 Ottobre al TPO. Condurrà le danze Nada accompagnata dagli A Toys Orchestra. Ulteriori dettagli sulla nostra pagina Facebook!

INDIE PRIDE E’

ANTONIA, BENEDETTA, CAMILLA, FEDERICA, IRENE, LAURA, MERY